Nel segno dell’armonia

Nel segno dell’armonia

Una villa in stile palladiano in perfetto equilibrio con l’ambiente che la circonda. Un simbolo che rappresenta in legame tra Cielo e Terra con il territorio in cui prendono vita le migliori espressioni di una vocazione vitivinicola millenaria.

L e ville in stile palladiano sono una delle più importanti espressioni dell’architettura rinascimentale italiana. Il nome di questo stile deriva dall’architetto Andrea Palladio, che nel XVI secolo sviluppò un nuovo modo di progettare le ville, basato sull’uso dei moduli classici dell’antichità romana e sull’armonia tra l’edificio e il suo ambiente.

L’eleganza delle ville palladiane nasce dall’equilibrio tra forme e spazi, in un contesto paesaggistico curato. Colonne, archi, frontoni e timpani creano un’armonia perfetta tra l’edificio e il suo ambiente, creando di fatto una continuità tra l’uomo e la natura in un concetto di convivenza in cui ordine e proporzioni, simmetrie coerenti e  sono il simbolo di un binomio tra l’elemento paesaggistico e il suo perfetto complemento nell’architettura frutto dell’ingegno umano.

In questa filosofia si rispecchia pienamente Per Cielo e Terra che dalle sua costituzione nel 1908 alla all’unione della famiglia Cielo e dei viticoltori delle Cantine dei Colli Berici nel 1999, ha da sempre basato la propria mission sul rispetto del territorio e l’armonia delle note gustolfattive espresse dalle proprie etichette. La figura della persona è determinante, perché è proprio dall’impegno quotidiano delle persone intente a curare i vitigni del vicentino a far esprimere quelle eccellenze apprezzate in tutto il mondo.

Con questa idea ha avuto inizio una nuova era con l’acquisto e la ristrutturazione di uno dei gioielli architettonici del vicentino, la settecentesca Villa Da Porto di Sarego battezzata “La Favorita”.

Non a caso tra le proposte di Cielo e Terra si può citare Bericanto, un progetto esclusivo, realizzato per celebrare i 20 anni di collaborazione con i viticoltori dei colli di Vicenza, la città del Palladio, dichiarata “Patrimonio mondiale dell’umanità” dall’UNESCO.

Non si tratta infatti semplicemente di uno showroom e un luogo di rappresentanza pensato per accogliere il cliente e offrirgli un’esperienza nuova, ma la giusta esaltazione di un’area geografica che grazie alla dedizione di generazioni ha trovato nei vigneti un’espressione di successo, come la linea Maia, spumanti eleganti e raffinati, dalla qualità senza tempo, che nascono da un legame indissolubile con il territorio e poggiano i loro valori sul concetto di Stile, Qualità, Design e Bel Vivere, in sintesi, The Italian Good Living, il perfetto stile italiano apprezzato in tutto il mondo.

Storia e arte si intrecciano in una location fuori dal tempo, un po’ come la suggestione offerta dai Colli Berici, da secoli una zona vitivinicola molto conosciuta per la produzione di vini di alta qualità. Vicenza e il suo territorio hanno saputo tradurre il clima mite e il terreno calcareo e argilloso in condizioni perfette per la coltivazione di viti.

Ne sono un esempio i  vini di Casa Defrà che raccontano di un territorio  vocato storicamente alla viticoltura, in particolare la zona pre collinare dove il terreno è ricco di argille, di materiale vulcanico e di calcari da deposito fossile, eredità di un antico mare. La vite era presente già in epoca romana, cresciuta poi nel Medioevo alla fine delle invasioni barbariche, grazie anche alla guida della Chiesa che esortava i contadini ad un lavoro attento nei campi. È con la Repubblica di Venezia che il territorio diventa sede di eleganti Ville in stile palladiano e dimora ideale di filari che seguono i dolci pendii dando vita ad un paesaggio di straordinaria bellezza.

Un incontro tra uomo e natura che come nelle ville in stile palladiano genera qualcosa di estremamente prezioso, rappresentando perfettamente la tradizione e la cultura  artistica e vinicola del Veneto

Villa Da Porto di Sarego battezzata “La Favorita”.con Cielo e Terra non è dunque una semplice villa padronale, ma il riscatto sociale di generazioni di persone che hanno saputo far conoscere al mondo l’eccellenza di un territorio e l’espressione dell’arte vitivinicola che in queste aree raggiunge livelli altissimi e pienamente riconosciuti a livello internazionale.

E’ grazie al lavoro delle persone che ogni giorno in Cielo e Terra si preoccupano di seguire ogni fase della produzione, dalla vigna alla cantina, per garantire che i vini prodotti con tecniche moderne di vinificazione sappiano esaltare al massimo le caratteristiche organolettiche delle uve, ma allo stesso tempo rispettando la tradizione e le radici del territorio.

Come veri giardini all’italiana, i vitigni di Cielo e Terra sono quotidianamente curati proprio per fare in modo che profumi e sapori si mantengano dal grappolo alla bottiglia, mantenendo quell’eleganza che dal tralcio arriva come perfetta sintesi nel bicchiere che si traduce in degustazioni suggestive, come nel caso di Cielo 1908, la selezione originale della famiglia Cielo dal 1908 che nasce d’innanzi ai rinomati Castelli di Giulietta e Romeo.

Perchè un universo in calice?

Perchè un universo in un calice?

Un sorso di vino è la somma di cultura, tradizione, territorio che come per magia si fondono in qualcosa di unico e inimitabile che Cielo e Terra si impegna a tramandare da oltre un secolo.

Difficile, se non impossibile, sintetizzare l’universo racchiuso in un calice di vino che fin dall’antichità ha accompagnato milioni di persone nei momenti più importanti della vita e che in Italia è diventato una componente fondamentale e irrinunciabile nella quotidianità, nonostante le mode e lo scorrere dei decenni e delle generazioni. 

Era il 1908 quando le campagne di Vicenza, nelle vicinanze dei Castelli di Romeo e Giulietta, il primo fondatore acquistò Casa Defrà, quello che un tempo era un piccolo podere, ma destinato a diventare grande, come la passione trasmessa alla discendenza. Nonno Pietro non aveva ereditato solo la terra e la vite, ma anche tutta la passione nell’accudirla quotidianamente, crescendola con quella cura che oggi Luca e Pierpaolo Cielo non hanno certo dimenticato. Anzi, prima di salutare il secolo dal primo filare, il nuovo millennio ha visto l’arrivo dei soci delle Cantine dei Colli Berici, unitisi all’azienda della famiglia Cielo nel 1999.

Un grande sviluppo, senza che sia mai diminuito quell’amore per la viticoltura che affascinò il bisnonno e il nonno prima di loro. Anno dopo anno, il percorso è proseguito consentendo di raggiungere un traguardo importante che ha permesso di maturare una grande esperienza, grazie al confronto costante con le persone, i coltivatori, i professionisti del settore e i consumatori. Così quel vino è cresciuto al punto da diventare un portatore di cultura e di un made in Italy assolutamente straordinario, ambasciatore del gusto e dello stile italiano. Non una semplice cantina, dunque, Cielo e Terra, ma un percorso di vita e di vite trasmesso nel mondo, attraverso i Paesi in cui i marchi Cielo, Casa Defrà e Bericanto sono gustati, puntando sulla qualità e le peculiarità di una gamma prodotti che proprio della differenziazione ha fatto uno dei propri punti di forza.

Grazie al supporto di un management qualificato e di uno staff di produzione altamente consapevole ed esperto, Cielo e Terra è l’espressione di una visione aziendale in cui tutte le attività, dalla selezione delle materie prime alla lavorazione e alla vendita, sono protese verso un unico obiettivo: garantire la sicurezza e la qualità dei prodotti offerti. Un obiettivo pienamente raggiunto grazie a oltre un secolo di tradizione e continuità, ma anche innovazione e investimenti volti a uno sviluppo costante e coerente. 

Qualità, autenticità ed esperienza trovano la massima espressione nella flessibilità produttiva, la tempestività non comune nelle forniture e la capacità di rispondere alle esigenze del mercato Retail e Ho.Re.Ca. con eccellenti proposte in Italia e all’estero, soddisfacendo qualsiasi tipo di esigenza.

A caratterizzare i prodotti Made in Cielo e Terra è la forte identità che si verticalizza fino all’autenticità di uve che danno vita a una gamma che nella sua varietà esalta fattori determinanti come italianità, territorialità, qualità e le persone che con il proprio lavoro consentono di ottenerlo. Il risultato è la riconoscibilità di un marchio che ha tanto da raccontare.

Negli attuali 3.000 ettari di vigneto tra Vicenza e Verona che rendono Cielo e Terra la più grande azienda vitivinicola certificata B Corp® in Europa non è stata sostituita la logica industriale a quella di un prodotto artigianale, ottenuto attraverso le migliore tecniche di vinificazione, seguendo la raccolta in vigna su appezzamenti dedicati e un’accurata scelta finale del prodotto. Ciò al fine di mantenere le produzioni un simbolo di un patrimonio vitivinicolo proprio dell’Italia, accompagnata dalla volontà di far scoprire le tipicità e la territorialità di un’area vocata a questo tipo di coltivazione.

Cielo e Terra si mantiene fedele alla propria filosofia aziendale, ricercando la massima qualità del prodotto, salvaguardando la tipicità e l’autenticità del vitigno, esaltando localismo e territorialità per diffondere la conoscenza delle eccellenze locali. Un approccio al mercato internazionale che è alla base del successo dell’azienda ancora oggi ai vertici, proiettata verso il futuro e un ulteriore sviluppo del processo di internazionalizzazione che la vede protagonista.

Cielo e Terra supporta L.R. Vicenza con le eccellenze di Casa Defrà

Cielo e Terra supporta L.R. Vicenza con le eccellenze di Casa Defrà

Cielo e Terra con Casa Defrà sigla la sponsorizzazione con L.R. Vicenza, confermandosi sempre più protagonista del proprio territorio. Il sostegno a L.R. Vicenza nasce dalla condivisione di valori che accomunano sport e vita lavorativa, trovando nella collaborazione con la squadra cittadina la giusta formula per valorizzare alcune delle etichette più celebri dell’azienda che ha fatto della qualità e della propria area geografica un valore distintivo.

Le celebri etichette premium a corredo della squadra calcistica più antica del Veneto, per un campionato ricco di emozioni. I valori dello sport e quelli del lavoro per un territorio tutto da gustare.

Cielo e Terra supporta L.R. Vicenza con le eccellenze di Casa Defrà

Cielo e Terra supporta L.R. Vicenza con le eccellenze di Casa Defrà

Cielo e Terra con Casa Defrà sigla la sponsorizzazione con L.R. Vicenza, confermandosi sempre più protagonista del proprio territorio. Il sostegno a L.R. Vicenza nasce dalla condivisione di valori che accomunano sport e vita lavorativa, trovando nella collaborazione con la squadra cittadina la giusta formula per valorizzare alcune delle etichette più celebri dell’azienda che ha fatto della qualità e della propria area geografica un valore distintivo.

Le celebri etichette premium a corredo della squadra calcistica più antica del Veneto, per un campionato ricco di emozioni. I valori dello sport e quelli del lavoro per un territorio tutto da gustare.

Presentata a Verona McLaren Artura: la nuova super car ibrida della casa inglese

Presentata a Verona McLaren Artura: la nuova super car ibrida della casa inglese

L’evento prodotto dall’agenzia veronese UNited STudio in collaborazione con GP Luxury, Feel Studio e McLaren Milano fa parte del circuito To Share The Italian Good Living” ideato nel 2020 dall’imprenditore veronese Angelo Lella, con l’obiettivo di promuovere lo stile ed il gusto italiano nel mondo, attraverso eventi ed experience uniche in occasioni di carattere internazionale.

Costruire un’Europa verde e sostenibile

Costruire un’Europa verde e sostenibile

L’incontro, previsto per venerdì 25 novembre alle 15 nell’aula Cipolla del dipartimento di Scienze giuridiche, via Carlo Montanari 9, vedrà l’intervento di vari relatori tra cui Giampietro Povolo, rappresentante di Azienda Cielo e Terra Vini.

Clima, migrazioni ambientali, economia circolare e energia. Questi i temi principali dell’incontro “Costruire un’Europa verde e sostenibile”, iniziativa che si colloca al termine di un percorso di approfondimento e di partecipazione attiva rivolto alle studentesse e agli studenti di ateneo su temi chiave dello sviluppo sostenibile e delle politiche dell’Unione europea in materia ambientale, promosso dalla Commissione rete delle università sostenibili (Rus) di ateneo e dal Centro di documentazione europea in collaborazione con il Consiglio degli studenti.

Cielo e Terra diventa società Benefit

Cielo e Terra diventa società Benefit

La cantina vicentina nata nel 1908 e che oggi è composta dall’unione della famiglia Cielo e dei viticoltori delle Cantine dei Colli Berici modifica lo statuto e fissa i propri impegni futuri per la tutela dell’ambiente e della collettività con lo scopo di generare un cambiamento positivo e responsabile nei confronti del pianeta.

Cielo e Terra diventa società Benefit

Cielo e Terra diventa società Benefit

La cantina vicentina nata nel 1908 e che oggi è composta dall’unione della famiglia Cielo e dei viticoltori delle Cantine dei Colli Berici modifica lo statuto e fissa i propri impegni futuri per la tutela dell’ambiente e della collettività con lo scopo di generare un cambiamento positivo e responsabile nei confronti del pianeta.

Il prosecco DOC vola in Giappone

Il prosecco DOC vola in Giappone

Riprende quest’anno la “Prosecco Wine Week Japan” in Giappone con una serie di attività mirate al mercato giapponese, legate alla promozione e valorizzazione delle note bollicine.

Tra le aziende associate al Consorzio che hanno aderito partecipando alle varie attività organizzate in Giappone anche Cielo e Terra.

7 REGOLE per guadagnare

7 REGOLE per guadagnare

In un periodo storico segnato dalla crisi economica e messo ancora più in ginocchio dalla recente pandemia, Angelo Lella 39 anni di Bolzano, è andato decisamente controcorrente.